“Se alle elezioni vinco io, riempio aerei di migranti e li riporto tutti a casa”

(Total 311 times, 1 visits today)

Pugno duro. Matteo Salvini lo mette subito in chiaro. In caso di vittoria del centrodestra non se lo ripeterà due volte e lo userà sia con i nomadi sia con gli immigrati clandestini.
“Non vedo l’ora di chiudere tutti i campi rom – annuncia nel corso della puntata di Quinta Colonna – sono 40mila in tutta Italia, e mi impegno di chiuderli in cinque anni. Giro per Roma e sembra nomadopoli”. Non solo. Con la stessa determinazione si impegna a risolvere l’emergenza immigrazione. “In Italia ci sono troppi immigrati – promette – non vedo l’ora di vincere le elezioni per riempire gli aerei e riportarli a casa loro”.

loading...

Il programma del centrodestra è ancora in via di limatura. Oggi sono stati stesi i dieci punti cardine. Saranno ratificati nei prossimi giorni dai leader. Nel frattempo, però, qualcosa inizia già a uscire nei talk show. Su un tema non c’è ancora l’accordo: la riforma della legge Fornero. La Lega Nord è per l’abolizione totale, mentre Forza Italia propende per salvarne una parte. “La discussione è positiva – assicura Salvini – è importante passare dalle parole ai fatti. In televisione parlano tutti bene, poi però bisogna fare proposte che si possano concretizzare il 5 marzo”. Il leader del Carroccio ha chiesto a Silvio Berlusconi l’impegno su alcuni temi, tra questi anche anche azzeramento della legge Fornero per quelle persone che “hanno diritto di andare in pensione”. “È sacrosanto andare in pensione con 41 anni di contributi – ha chiosato – sono tanti e ti rendo il diritto di essere nonni”.

Durante la puntata di Quinta Colonna, Salvini propone di “introdurre per legge uno stipendio sotto il quale non si può andare, come succede in Svizzera”. “In Italia – quantifica – per meno di 7 euro l’ora non è possibile mandare la gente a lavorare”. In cantiere c’è anche l’ipotesi di applicare “una tassa unica per semplificare la vita degli italiani”. “In genere la settimana prima della dichiarazione dei redditi nelle case è caos. Una tassa unica senza mille scaglioni, del 15 per cento – continua il leader della Lega Nord – oggi è pieno di furbi che non pagano. Oggi i fessi che pagano pagheranno un po’ meno e quelli che non pagano pagheranno”.

Fonte: www.ilgiornale.it , www.tg-news24.com