Come eliminare i fibromi penduli in modo naturale e indolore

(Total 249 times, 1 visits today)


I fibromi, noti anche come porri o fibromi penduli, sono delle escrescenze cutanee peduncolate che hanno origine nel derma, lo strato che si trova sotto l’epidermide.

loading...

Si tratta di fatto di tumori benigni del tessuto connettivo e di solito hanno lo stesso colore della pelle o un po’ più chiaro.

Esteticamente sono simili a dei piccoli nodi ed hanno una dimensione che varia da 1 mm ad 1 cm e perlopiù interessano le aree sotto le ascelle, sul collo, sulle palpebre, sullo stomaco oppure sotto il seno.

Si tratta di una manifestazione cutanea abbastanza diffusa e comune anche se spesso viene sottovalutata perché non si tratta di un problema di salute serio.

Però, a seconda di dove il fibroma pendulo si trova, può essere fastidioso a livello estetico e proprio per questo motivo sono tante le persone che cercano di trovare un modo per sbarazzarsi di queste escrescenze.

Nei casi più gravi, i fibromi penduli possono anche aumentare di dimensione, iniziare a sanguinare o infiammarsi per vari motivi e cause ed in genere il deposito di grasso contribuisce al loro incremento ed alla variazione del suo aspetto.

Il momento migliore per la rimozione dei fibromi è durante la stagione invernale, dal momento che il clima è più freddo e si suda di meno, aiutando il processo di guarigione post operatorio.

Le tecniche convenzionali per la rimozione di questa escrescenza prendono in considerazione l’utilizzo della chirurgia laser, l’elettro coagulazione e la radio chirurgia.

Può capitare anche che il trattamento debba essere ripetuto più volte fino alla completa eliminazione del fibroma pendulo. Cosa fare dopo l’intervento? Esistono anche altri rimedi, magari naturali, per la rimozione di queste anti estetiche escrescenze?

Dopo intervento la ferita deve essere medicata con delle creme antibiotiche e bisogna mantenere una corretta igiene per almeno cinque giorni.

Durante questo lasso di tempo, inoltre, è consigliato al paziente il riposo ed evitare di svolgere attività fisiche pesanti o comunque evitare qualunque attività che possa indurre una sudorazione eccessiva.

Fermo restando che nei casi più particolari bisogna sempre consultare il medico che vi consiglierà la terapia più adatta alle vostre esigenze, esistono anche dei rimedi naturali spesso anche molto efficaci per eliminare questo tipo di escrescenze cutanee.

L’aceto di sidro di mele è senza alcun dubbio molto utile a questo scopo. Vediamo dunque insieme come utilizzarlo. Come prima cosa bisogna lavare accuratamente l’area intorno al fibroma con acqua e sapone neutro.

Tamponate delicatamente con un panno asciutto e poi procedete con l’applicazione dell’aceto di sidro di mele sul peduncolo. Vi basterà immergere un batuffolo di cotone nell’aceto di mele e poi applicarlo sul fibroma e lasciare agire fissandolo con una benda.

Il risultato ovviamente non è immediato ma sarà sempre più visibile con l’andare del tempo.

All’inizio noterete un cambiamento di colore, il fibroma diventerà più scuro, pian piano diventerà sempre più secco ed una volta che si sarà asciugato per bene cadrà senza lasciare nemmeno la cicatrice sulla pelle.

Nel caso in cui questo fibroma pendulo si trovi vicino agli occhi fate molta attenzione perché l’aceto di sidro di mele può irritarli notevolmente.

Nel caso in cui, invece, il fibroma sia di grandi dimensioni e la cicatrice residua sia abbastanza grande, potrete trattarla con una crema a base di aloe vera o calendula inglese.